giovedì, agosto 15, 2013

Monte Maddalena, da Brescia



Lunghezza 10,2 Km
Pendenza Media 6,28 %
Dislivello 641
Difficoltà 421,99



Il Monte Maddalena sorge in pieno centro della città di Brescia, ed è un piccolo paradiso naturale per i bresciani amanti dello sport e della natura: nei finesettimana si riempie infatti di escursionisti, bikers e ciclisti che, chi su strada e chi tra i sentieri, ne raggiungono faticosamente la cima.

La salita comincia in pieno centro città, a due passi da Piazzale Arnaldo e dal Castello, ed i primi kilometri non presentano pendenze troppo impegnative alternandosi a qualche breve tratto dove prendere fiato.
Dopo 1,5 km raggiungiamo la "Tomba del Cane" (il cui vero nome è Tomba Bonomini), un monumento costruito in origine per contenere le salme di due benefattori degli Spedali Civili della città: la storia narra però che le spoglie non furono mai sepolte a causa di nuove ordinanze comunali riguardanti le norme del seppellimento, che lo vincolavano ai cimiteri pubblici. La tradizione popolare vuole quindi che vi sia stato sepolto solo un cane, da qui la denominazione abituale.

Proseguiamo sempre senza troppa fatica fino al 6° tornante, quello della "Briscola" (km 3,2); dopo 500 mt ci aspetta il tratto più impegnativo dell'ascesa, quello che ci porterà all'altezza di San Gottardo (km 4,5) con un tratto caratterizzato da pendenze quasi sempre intorno al 10%, con punte del 12% in alcuni tratti.
In prossimità della fermata dell'autobus possiamo trovare una fontana per riempire la borraccia.
Da qui parte anche un sentiero per MTB e la stradina che con ulteriori poche decine di metri di salita porta alla chiesetta di San Gottardo, che merita una visita.

Noi proseguiamo invece lungo la strada principale verso la vetta del monte: dopo ancora qualche centinaia di metri impegnativi le pendenze si assestano intorno al 8% per alcuni km fino a "i cavalli" (che si possono ammirare liberi nel prato adiacente alla strada), dove la strada spiana per circa 500 mt prima dell'ultimo km che sempre con pendenze intorno all'8% ci farà guadagnare la cima.

In vetta troveremo un'altra fontana per rifocillarsi e, per chi volesse anche un paio di trattorie, una delle quali lungo la strada che scende a Nave dal versante di Muratello (che sconsigliamo in discesa per il pessimo fondo stradale e le pendenze elevate).

1 commento:

  1. dove posso trovare le cartine di riferimento e possibilmente scaricarle da internet

    RispondiElimina